Ultime notizie

Pronti per le catastrofi

ago 02, 2013
Aftermath of Harveyville tornado

Nel febbraio 2012, Harveyville, nel Kansas, è stata devastata da un tornado che ha sradicato centinaia di alberi e distrutto moltissime case. Dopo il disastro, Ron Snoddy, Kiwaniano della vicina città di Berryton, Kansas, è corso a prestare aiuto. Tagliando alberi e rimuovendo detriti, ha aiutato i residenti a salvare ciò che potevano dei loro beni. Egli ha operato come volontario della Squadra di Pronto Soccorso CERT (Community Emergency Response Team), che il suo club Kiwanis aveva costituito l'anno precedente.

"Ho sentito che era una cosa che dovevo fare", dice Snoddy. "Era necessario aiutare la comunità". Il concetto delle squadre CERT è stato adattato alle comunità di tutti gli Stati Uniti dall'Ente Federale per il Soccorso (Federal Emergency Management Agency - FEMA) nel 1993. I volontari sono addestrati ad intervenire prontamente in caso di catastrofi e a prestare aiuto quando i soccorsi ufficiali non sono immediatamente disponibili.

"In caso di catastrofe il nostro primo compito è assicurarsi che le nostre famiglie siano al sicuro", dice Bette Snoddy, iscritto al CERT e presidente del club. "Poi controlliamo i vicini di casa, il nostro quartiere e segnaliamo le aree che potrebbero aver bisogno di attenzione immediata. Può essere necessario fare qualche ricerca preliminare e dare un primo soccorso in aree urbane o rurali, fornire ai vicini qualche conforto medico e/o psicologico di emergenza".

In caso di incendi, di tornado o alluvioni, i capitani CERT assegnati a una piccola area della comunità inviano una valutazione al loro centro di comando, che a sua volta è ritrasmesso al personale d'emergenza. "Vogliamo rendere la nostra comunità sicura oggi e un luogo sicuro per le generazioni future", dice Bette Snoddy. "Purtroppo sembra che le catastrofi si verifichino in continuazione e ci sono sempre tante persone che hanno bisogno di aiuto. Recentemente c'è stato un incendio che ha coinvolto un genitore e quattro figli: se la sono cavata e sono salvi, ma il vero shock viene dopo, quando si torna alla realtà quotidiana e ci si rende conto di ciò che è andato perduto e di tutte le necessità immediate. È un conforto per me poterli aiutare a riacquistare fiducia e speranza".

Le attività del CERT sono sostenute con diverse raccolte fondi, tra cui la vendita di cose usate, una gara con paperelle di gomma in un lago locale, nonché donazioni da parte della comunità e risorse simili. Inizialmente il gruppo era composto esclusivamente da Kiwaniani, ma grazie ai corsi di avvistamento tempeste e ad un giro notturno per il quartiere, sponsorizzati principalmente dal club Kiwanis per illustrare i principi di sicurezza in un ambiente che sostiene le famiglie, abbiamo reclutato altri partecipanti.

L'impegno dei singoli volontari è determinato dalla loro professione. Quelli con esperienza medica spesso lavorano nello smistamento, ricerca e salvataggio, mentre altri lavorano a livello amministrativo, svolgendo analisi sui costi degli incidenti e registrando i tempi del personale.

"Poiché io vivo in campagna, sono coinvolto nelle emergenze animali", spiega il Kiwaniano Rich Runnebaum, parlando del suo ruolo al CERT. «Dobbiamo prenderci cura dei nostri amici a quattro zampe come dei nostri vicini di casa. A volte madre natura può essere piuttosto aspra con noi."

Nonostante le difficoltà psicologiche e talvolta fisiche di questo lavoro, si hanno anche grandi soddisfazioni. Per Ron Snoddy, quest'aspetto si è manifestato durante una recente raccolta di sangue, quando una donna gli si è avvicinata per fare la sua donazione. Con un breve scambio di parole lei gli ha ricordato che aveva partecipato all'eliminazione delle macerie della sua ex casa dopo il tornado del 2011 ad Harveyville ed "era profondamente commossa nel rivederlo", ricorda Bette Snoddy. – Courtney Meyer
Working in the control room

Avete una storia del Kiwanis da condividere? Inviatela a: shareyourstory@kiwanis.org e la prenderemo in considerazione

Il vostro club Kiwanis offre sostegno alle persone colpite da disastri naturali? Raccontateci come, nella sezione commenti qui di seguito.

blog comments powered by Disqus