Ultime notizie

Vigili del fuoco con orsacchiotti

set 24, 2013
Boy receives a K-Pompinours from a firefighter

“Mia figlia aveva le convulsioni", racconta una madre, e i vigili del fuoco sono venuti in aiuto della famiglia. Fortunatamente un animale di pezza, distribuito dal Kiwanis club del dipartimento di Yonne, in Francia, ha contribuito a consolarla da quella brutta esperienza.

Grazie all'orsacchiotto il vigile del fuoco ha creato un legame con la bambina, spiega la madre.

Dal dicembre 2012, l'operazione K-Pompours ha calmato e confortato più di 60 bambini con problemi di salute, dalle case incendiate o sopravvissuti a incidenti d'auto. Un progetto simile era stato attuato un tempo dalle caserme dei pompieri di Yonne, ma le difficoltà finanziarie ne avevano causato l'interruzione.

Poi Due Kiwaniani - Gérard Bolle, vigile del fuoco in pensione e past-presidente del Club Kiwanis di Sens, Francia, e Myriam Poivet, una ex Kiwaniana di Auxerre - hanno fatto presente ai loro club la necessità di fornire conforto ai bambini traumatizzati e hanno proposto una collaborazione per risolverlo.

“Abbiamo cercato un produttore che fornisse animali imbottiti a costi contenuti e in rispetto delle norme europee per i giocattoli destinati ai bambini di età compresa tra 0 e 3 anni ", spiega Bolle. "Li abbiamo chiamati K-Pompours: 'K' per il Kiwanis, 'pomp' per pompieri, e 'ours' per orsi.”

Prodotti dalla società francese Moulin Roty e acquistati all'ingrosso, gli orsacchiotti sono racchiusi in scatole di plastica per garantirne la pulizia, e sulla confezione compare un adesivo Kiwanis. L'operazione dei K-Pompours ha avuto inizio nel dicembre 2012 e si è diffusa a macchia d'olio tra i Club Kiwanis, e altri due club nel dipartimento di Yonne hanno adottato il progetto.

I vigili del fuoco li tengono insieme ad altri articoli essenziali, quali collari cervicali e farmaci attribuendo così una grande importanza a questi orsacchiotti.

“Essi ci permettono di confortare i bambini e stabilizzare alcuni livelli di dolore nei più piccoli, cosa molto apprezzata dai primi soccorritori che non perdono l'occasione di dimostrare l'utilità e l'efficacia educativa di questi orsacchiotti," dice Bolle con orgoglio.     Questi animali di pezza hanno facilitato il dialogo con i bambini, semplificato il passaggio dei bambini in ospedale, con grande sorpresa dei genitori - tanto che a volte chiedono ai vigili del fuoco quanto devono per il gesto di conforto, o se devono restituire il peluche.  — Courtney Meyer

Avete una storia del Kiwanis da condividere? Inviatela a: shareyourstory@kiwanis.org e la prenderemo in considerazione.

Il vostro club Kiwanis collabora con qualche servizio pubblico? Diteci come, nella sezione commenti qui di sequito.

blog comments powered by Disqus