Ultime notizie

Indagine genera un nuovo club satellite

mag 16, 2014


Il club satellite di Iron Mountain-Kingsford si riunisce per una pizza una volta al mese.

Un sondaggio fra i soci ha confermato ciò che i dirigenti del Club Kiwanis di Iron Mountain-Kingsford, nel Michigan, già sospettavano: il numero dei soci diminuiva in modo significativo, in parte perché i numerosi impegni di lavoro non lasciavano più il tempo di partecipare alle regolari riunioni settimanali.

Dar vita a un club satellite è stata una buona soluzione.

"Il mio lavoro mi porta fuori città", spiega Bruce Rosen, socio satellitare e sindaco di Iron Mountain, la cui moglie, Jackie, è anch'essa socia del satellite. "Mi è impossibile andare alle riunioni regolari all'ora di pranzo”.

E una volta al mese per la pizza alle 17:30?

“Quest'orario si adatta meglio ai nostri programmi”, dice Rosen.

Il satellite ha circa 12 soci e quattro o cinque provengono dal club tradizionale, osserva la presidente del club Cindy Novak, che paragona il gruppo ad un comitato speciale.

“I nostri soci satellitari partecipano a tutte le attività che facciamo come club", dice Novak. "Presiedono anche alcune attività di tutto il club, come le annuali pulizie di primavera presso una sede di veterani, la festa di Natale del club e il nostro picnic estivo.

“Anche i nostri Key Club e Aktion Club partecipano alle attività del Kiwanis e talvolta anche alle riunioni del club satellite". - Storia di Scott Pemberton

Per saperne di più sull'impegno dei soci del club Kiwanis di Iron Mountain-Kingsford leggete la rivista Kiwanis magazine, numero di giugno / luglio 2014.

Il Club Kiwanis di Iron Mountain-Kingsford si riunisce in un ambiente più tradizionale, in un club di paese.

I soci che per motivi di lavoro non riescono a frequentare le riunioni tradizionali a Iron Mountain (sopra) si riuniscono mensilmente per una pizza, per le riunioni di club e per passare una serata fra amici (in alto). Spesso vi partecipano anche alcuni soci dell'Aktion Club che il satellite sponsorizza. | Foto di David Hakamaki
blog comments powered by Disqus