Ultime notizie

Pesca per divertimento

lug 10, 2014
I Kiwaniani di Saint Marys, in Georgia, ospitano una grande Festa d'autunno, l'attrazione principale è un gamberetto.

Storia di Kasey Jackson | Foto di Curtis Billue e Kasey Jackson

Siamo alle prime luci dell’alba.

Il sole gioca ancora con l'idea di sorgere sopra la città storica di Saint Marys, in Georgia, gli uccelli e gli insetti creano già una cacofonia stridente come per fornire lo scenario ideale per gli eventi della mattinata. Perché anche se è ancora un po' buio, c'è già un bel po' di confusione sulla strada.

Se cercate informazioni su Saint Marys scoprirete che è conosciuta come la "porta d’accesso alla Cumberland Island National Seashore". Ma oggi non è questa la causa di tanta agitazione in città. Continuate la ricerca e capirete che la ragione è un'altra: il Festival del gamberetto di roccia di Saint Marys.

I gamberetti di roccia, comuni nelle acque calde dalla Virginia fino al Golfo del Messico, sono piccoli e duri. Immaginate un minuscolo gambero  ricoperto dal guscio di un'aragosta.Questo festival, che si tiene in autunno, presumibilmente quando il clima è un po' più fresco, rende omaggio alla più famosa piccola celebrità della zona: i gamberetti di roccia.

I gamberetti di roccia, considerati lontani cugini del più noto gambero, sono molto comuni nelle acque calde dalla Virginia fino al Golfo del Messico. Dov'è la differenza? Questi animaletti sono piccoli, mo$lto piccoli (immaginate dei gamberetti grandi come un popcorn), e sono duri. Ma molto duri, (immaginate un minuscolo gambero ricoperto dal guscio di un'aragosta).

E il Club Kiwanis di Saint Marys ha trovato la perfetta festa d'autunno in cui i gamberetti di roccia sono la star d’eccezione.

“Il gamberetto di roccia è dolce, e la gente fa la fila per gustare questa squisitezza", ci dice Chris Thurner, Presidente 2012-13 del Kiwanis di Saint Marys.

Festival d'autunno

Alla parata del festival, tutti sembrano conoscersi, in mezzo alla folla tutti si salutano sventolando le mani.

Il Festival dei gamberetti di roccia di Saint Marys, quest’anno alla 42a edizione, attira 5000-10000 persone e frutta circa 14,000 dollari l'anno per una serie di progetti. Per citarne solo alcuni: una cena per centinaia di famiglie nel giorno del Ringraziamento, importante festa degli Stati Uniti; borse di studio universitarie; un progetto per distribuire giocattoli di Natale e un programma di lettura.

“La donazione più grande è per il Programma di Lettura Helen Ruffin ", dice Thurner. "È una competizione tra diverse squadre delle scuole elementari, medie e superiori. Un quiz dove le scuole sono in gara fra loro e i ragazzi devono rispondere a domande sui libri che hanno letto. È commovente e incoraggiante vedere gli studenti che prendono tanto a cuore la lettura".

Per questo progetto, il club elargisce donazioni in denaro per l'acquisto di libri e aiuta anche a trasportarli.

E se tutto questo non basta a tenere occupati i circa 67 soci del Club, li si possono trovare a fare volontariato presso una delle otto scuole elementari (su nove nella zona) dove sponsorizzano un Club K-Kids. (Sponsorizzano anche due Builders Club e un Key Club).

Mentre Thurner ci racconta del coinvolgimento del Club nella comunità, la maggior parte dei soci vanno su e giù per le strade, controllano i venditori, montano cartelli, dirigono il traffico, vendono magliette, indicano ai corridori la linea di partenza delle gare di 5 e 10 Km, rispondono alle domande sul percorso della parata e, cosa più importante, si mettono i grembiuli per dare il via all'attrazione della giornata: la cucina.

“Non diamo solo soldi, ma siamo molto impegnati nel lavoro pratico", dice Thurner.

Per Jason Cain e famiglia questa è la prima volta al Festival dei gamberetti di Saint Marys. Il signor Cain, di Floyds Knobs in Indiana, ha corso i 5 Km e ha partecipato alla corsa di un miglio con suo figlio. È stata un'esperienza che non dimenticherà tanto presto.

“È davvero emozionante per me correre con lui", dice Cain di suo figlio, 5 anni al momento della gara. "Sono felice di vederlo interessato così presto e capace di correre un miglio senza problemi. Adora correre con me. È l'età in cui vuole essere come papà in ogni cosa, e io mi godo questo momento finché dura.”

‘Per i bambini’

I visitatori, come Jason Cain e suo figlio, ricevono molto di più di una deliziosa cena a base di pesce. C'è musica, shopping, una parata e, naturalmente, le maratone di 5Km e anche quelle per i bambini, per citare solo alcune attività.

Passeggiando tra la folla, i soci del Kiwanis continuano ad essere impegnati negli eventi della giornata, ma trovano anche il tempo di salutare. Risate, strette di mano, "a fra poco". È una comunità affiatata, e questo si vede. Passa la parata, e sembra di essere sul set di un film. È una città... così piccola. Tutti qui sembrano conoscersi. Un intenso scambio di saluti fra la folla, fra amici, insegnanti, studenti, parrocchiani, vicini di casa, mamme, papà e nonni. I marinai che marciano nel corteo con i bambini sulle spalle e salutano i veterani tra la folla. E c'è anche qualche cane.

“Mi piace tanto camminare tra la folla e parlare con le persone", dice Barbara Mizelle Kiwaniana del Saint Marys. "Mi piace essere totalmente coinvolta e vedere l'impegno dei soci del Club, tutti si fanno avanti e parlano con piacere del Kiwanis alla comunità, di quello che rappresentiamo e del perché ci impegnamo tanto per la nostra comunità e per i bambini".

Tornati all'ombra di un gazebo in legno, i soci del Kiwanis assegnati alla squadra della cucina si fanno avanti fra la folla. Alcuni mescolano la pastella per la frittura. Altri due tagliano, impanano e cucinano il pesce. Altri quattro o cinque sono addetti alla preparazione dei gamberetti di roccia. Un altro gruppetto prepara le ordinazioni e le consegna ai volontari che agiscono da "corrieri", portando il cibo alla folla affamata che attende in fila.

Anche mentre è in piedi davanti a una padella di olio fumante a friggere gamberetti finché raggiungono un bel colore dorato, il Kiwaniano Allen Rassi trova il tempo di spiegare accoratamente perché il Club torna qui, anno dopo anno.

“Facciamo tutto questo per i bambini", dice Rassi. "Siamo qui per questo: è il motivo che fa funzionare tutta questa macchina. I bambini in questa comunità sono tutto, sono proprio dei bravi ragazzi".

E le giostre tengono i bambini occupati e felici tra un'attività e l'altra.

blog comments powered by Disqus