Ultime notizie

  • Sostengono un Banco Alimentare e vincono un concorso nazionale

    ago 20, 2013
    The boys who entered the Lead2Feed challenge and their teacher Ms. Cindy Bowen

    Promuovere l'amore per il service presso gli studenti è uno degi obiettivi dei Programmi di Service e Leadership del Kiwanis. Quando un insegnante della Florida ha spiegato agli studenti come la loro esperienza scolastica può influire sui problemi del mondo reale, è cominciata una storia di iniziale delusione, poi d'impegno risoluto e infine di entusiasmante successo.

    Nel 2009, Joseph L. Carwise, insegnante di Scuola Media, e Cindy Bowen, socia del Club Kiwanis 'Top of the Bay' in Florida, hanno iniziato ad insegnare il corso di Apprendimento del Service (Service Learning 101) come corso facoltativo per gli studenti. Le lezioni di quest'anno sono iniziate quando gli studenti si sono iscritti ad un concorso per sostenere una buona causa di loro scelta.

    Nel primo semestre, un gruppo di studenti ha scelto di sostenere l'associazione, 'Dispensa per le Emergenze Alimentari e Squadra di Service' (FEAST- Food Emergency and Services Team Food Pantry), ed hanno condotto un campagna annuale in tutta la  scuola.

    “Gli studenti del Builders club della Scuola Media Carwise hanno fatto una grandissima differenza nella lotta contro la fame nel nord della contea di Pinellas, in Florida", dice Walter Anderson, direttore della 'Dispensa FEAST'. "Negli ultimi quattro anni, hanno donato migliaia di scatolette di cibo. Lo scorso autunno, la loro raccolta ci ha procurato oltre 3.000 articoli proprio quando eravamo a corto di provviste.”

    Gli studenti del secondo semestre hanno fatto un gran passo avanti nel coinvolgimento per la dispensa alimentare quando la Bowen ha ricevuto una e-mail relativa ad un concorso sulla fame nel mondo come parte del Programma: 'Gli Studenti sfidano la fame del mondo'. Il concorso vuole esortare gli studenti delle scuole medie e superiori a diventare leader nella lotta contro la fame.

    “È una causa molto importante perché FEAST si impegna tantissimo e il premio in denaro — o anche le sole derrate — potrebbero fare una grande differenza," ha detto la presidente del Builders Club, Cristina Baldino, al club Kiwanis loro sponsor.

    Insieme all'impegno per il concorso, il gruppo dei cinque studenti ha girato un video dal titolo: "Uno sguardo FEAST sui mille volti della fame nella nostra comunità" e si sono dati l'obiettivo di raccogliere almeno 500 articoli alimentari.

    Inizialmente il loro impegno è stato accolto con titubanza. "Ho detto alla classe che il nostro obiettivo era di vincere un premio di 1.000 dollari per FEAST, senza sapere che in tutto il paese partecipavano oltre 1.500 scuole", dice Cindy Bowen.

    Dopo una deludente raccolta di 150 articoli nelle prime settimane della campagna, gli studenti hanno intensificato il loro impegno.

    “Hanno indossato costumi a forma di scatole di cereali con il loro slogan e hanno girato un nuovo video," racconta la Bowen. "I compagni di classe hanno scritto lettere ai loro insegnanti preferiti, e la nostra presidente Builders Club ha scritto una mail al nostro consigliere Kiwanis chiedendogli di diffondere la notizia che la squadra FEAST aveva bisogno di aiuto.”

    Siamo stati inondati con oltre 850 articoli.

    In base alle regole del concorso la squadra vincente avrebbe ricevuto 25.000 dollari e i successivi 10 classificati, 5.000 dollari. Tuttavia, come riconoscimento del grande impegno di tutti i partecipanti, i soci del Builders Club di Carwise - il cui progetto si è classificato fra i primi cinque - hanno ottenuto 10.000 dollari per contribuire al programma dei pranzi estivi del banco alimentare.  — Courtney Meyer

    Avete una storia del Kiwanis da condividere? Inviatela a: shareyourstory@kiwanis.org e la prenderemo in considerazione.

    Il vostro club Kiwanis sostiene i programmi per la leadership dei giovani? Raccontateci come, nella sezione commenti qui di seguito. 

  • Desideri di giocattoli e salute

    ago 20, 2013
    The wish grantee's family stands outside their limo

    Il rapporto di un club Kiwanis del Mississippi con la Fondazione 'Esprimi un Desiderio' ha consentito a diversi bambini di realizzare il sogno che migliorerà il loro benessere emotivo.

    La Fondazione 'Esprimi un Desiderio' sovvenziona i desideri di bambini ai quali sono state diagnosticate patologie a rischio di vita. Le donazioni a questa organizzazione permettono di aiutare i bambini a sentirsi meglio emotivamente e fisicamente e affrontare la malattia con ottimismo e coraggio.

    “Siccome abbiamo un lungo rapporto di collaborazione con questa lodevole organizzazione, siamo stati contattati da 'Esprimi un Desiderio' del Mississippi per una bambina," dice Tony Weaver, socio del Club Kiwanis di Waynesboro. "La missione del nostro club è di sostenere i bambini, ed essere partner di 'Esprimi un Desiderio' tocca il cuore della nostra comunità.”

    Il club ha sostenuto i sogni di almeno una mezza dozzina di bambini che hanno potuto realizzare un desiderio. Due bambini - uno malato di cancro e l'altro in attesa di un trapianto di polmone - hanno conosciuto Hannah Montana e sono stati al Disney World.

    Recentemente il club si è impegnato per aiutare una bambina di cinque anni con una patologia cardiaca congenita in attesa di un intervento chirurgico salvavita. Quando il primo intervento non ha avuto buon esito, la famiglia si è rivolta a 'Esprimi un Desiderio' per rallegrare le sue giornate.

    Le condizioni come quelle di questa bambina sono molto gravi, e credo che tutte le persone coinvolte fossero consapevoli dell'importanza di esaudire il suo desiderio e portare un po' di gioia nella sua vita, dice Weaver, "Voleva andare a fare shopping, e noi l'abbiamo aiutata a renderlo possibile ... È stata un'esperienza molto commovente per tutte le persone coinvolte.”

    La donazione del Club Kiwanis ha aiutato la famiglia a farsi un giro in limousine per 52 chilometri fino al negozio di giocattoli più vicino, dove la bambina ha  accuratamente scelto qualche giocattolo elettronico, una bicicletta e alcune bambole, fino a riempire due carrelli.

    “Si è divertita un mondo," ricorda Weaver.  — Courtney Meyer

    The wish grantee picks out a bike

    Avete una storia del Kiwanis da condividere? Inviatela a: shareyourstory@kiwanis.org e la prenderemo in considerazione.

    Il vostro club Kiwanis ha sostenuto bambini con patologie gravi? Raccontateci in che modo nella sezione commenti qui di seguito. 

  • Un soldato kiwaniano fa service in Gibuti

    ago 20, 2013
    Hert gives a young girl a book

    “Per il Club Kiwanis Mid-Morning di Oshkosh tutti i bambini sono importanti, che vivano nel Wisconsin o in Africa. I soci del club sono consapevoli di vivere in una comunità globale.”

    Il Past-Presidente del club, Michael Hert, ne è certamente consapevole. Egli è stato inviato nel Gibuti come tenente colonnello della 308a Brigata Civile dell'Esercito di Riserva degli Stati Uniti. Parte della sua missione è interagire con le comunità locali, e un piccolo aiuto arrivato dal suo lontano Wisconsin gli ha permesso di dedicare una giornata alla missione del Kiwanis per servire i bambini.

    L'Unità di Hert è di supporto alla Task Force per il Corno d'Africa (CJTF-HOA) e fa parte del Comando USA in Africa (AFRICOM).

    “Siamo qui su invito del Governo del Gibuti e siamo impegnati ad assistere i nostri partner africani nel proteggere i loro confini. Li assistiamo nelle questioni di sicurezza nazionale, nel combattere la pirateria, nell'assistenza umanitaria e in altri compiti importanti per i gibutiani," spiega Hert.

    Kiwaniano da circa 13 anni, dal 2001 Hert è stato inviato cinque volte come Soldato per gli Affari Civili in Iraq, in Afghanistan e in Africa. Il sostegno dei soci del suo club lo aiuta a mantenere alto il suo entusiasmo nel servire gli altri ovunque si trovi.

    “Come club ci siamo sempre impegnati a sostenere i bambini non solo a livello locale, vogliamo anche essere 'internazionali' ", spiega la presidente del club Michelle Wihlm. “Abbiamo avuto l'opportunità di sostenere l'impegno di Mike Hert mentre serve il Paese. Abbiamo anche sostenuto la moglie di un socio del club che è molto impegnata in Kenya. Siamo consapevoli dell'importanza del nostro service a livello locale, ma crediamo anche di essere d'aiuto quando sosteniamo alcuni progetti internazionali, senza dover affrontare costi eccessivi.”

    Hert ha potuto testimoniare in prima persona questo impegno. "Mentre ero in Afghanistan nel 2012, il club ha inviato pacchi di vestiario per bambini, che sono poi stati distribuiti ai giovani afgani. Questo progetto si è svolto nella sezione donne e bambini di un ospedale della provincia di Paktya.”

    Questa volta, Hert ha comunicato al suo club Kiwanis una necessitá diversa: materiale scolastico. La Wihlm racconta come alcuni soci hanno cercato vendite d'occasione di libri da colorare, matite colorate, palle e palloni, decorazioni temporanee e gessetti. Altri hanno utilizzato qualche loro rapporto d'affari per ridurre i costi di spedizione. "Abbiamo davvero svolto un lavoro di squadra per completare questo progetto. 

    La loro generosità ha permesso all'unità di Hert di visitare una scuola elementare nel villaggio di Chebelley per distribuire il materiale ai bambini e al direttore della scuola.

    “La visita alla scuola faceva parte delle nostre relazioni abituali con più organizzazioni della zona", dice Hert. “I cittadini sono molto riconoscenti del materiale che hanno ricevuto. Come in tutto il mondo, anche qui i genitori vogliono offrire il meglio ai loro figli insieme all'opportunità di una vita serena. Che abbiano ricevuto abiti o materiale scolastico, le persone ci hanno espresso molta gratitudine. I sorrisi sui loro volti e la cordialità che ci hanno dimostrato, ci hanno convinto che avevamo ben speso tempo ed energia.”  — Courtney Meyer

    Soldiers interact with Djiboutian women

    Avete una storia del Kiwanis da condividere? Inviatela a: shareyourstory@kiwanis.org e la prenderemo in considerazione.

    Il vostro club Kiwanis raccoglie prodotti o fondi per i bambini di altri paesi? Raccontateci come, nella sezione commenti qui di seguito.

  • Da studenti a capi di governo

    ago 20, 2013
    Participants with their elected counterparts

    I giovani sono spesso portatori di energia e di nuove idee nelle organizzazioni. Ma cosa succede quando l'organizzazione è il governo? Più di 30 anni fa, un Club Kiwanis nelle Filippine ha creato un programma per scoprirlo.

    Una cinquantina fra i migliori studenti della Provincia Camarines Norte partecipano ogni anno alla Settimana per ragazzi e ragazze. Grazie alla tradizione del programma, dice Benigno Elevado, segretario del Kiwanis Club di Daet, "essere delegati ufficiali per la propria scuola è come un sogno che diventa realtà.”

    Dopo una formazione su argomenti che vanno dai diversi stili di leadership, alle procedure parlamentari e alle funzioni di governo, i ragazzi eleggono fra di loro un governatore, un vice governatore e un sindaco, e nominano ingegneri provinciali, commercialisti, giuristi e responsabili del turismo. Poiché il programma si svolge a Daet, capoluogo di provincia, gli studenti hanno anche la possibilità di gestire per una settimana sia il governo provinciale che quello locale.

    Elevado sottolinea che i ruoli degli studenti sono presi molto sul serio e questa attività è bene accolta dal governo municipale, che fornisce la maggior parte dei fondi.

    “Se sono eletti governatori, a volte sono tenuti a rappresentare il governatore effettivo nelle sue funzioni pubbliche e a pronunciare discorsi. Se sono eletti in un ruolo legislativo, avranno sessioni congiunte con i loro collega-modello, e le eventuali risoluzioni approvate sono considerate legali. I ragazzi nominati nelle vesti di giudici e pubblici ministeri svolgono udienze fittizie. Oltre alle funzioni ufficiali, gli studenti possono anche svolgere alcune attività civiche, come piantare alberi o visitare la prigione," spiega ancora Elevado.

    “Per me è stata un'esperienza molto formativa che mi ha aiutato a capire come  funziona il nostro sistema di governo," condivide la studentessa Samantha Tanzo, che è stata eletta vice governatrice. "Ho potuto lavorare fianco a fianco con il mio collega-modello e vedere in prima persona quanto sia difficile approvare una risoluzione. Un funzionario pubblico deve essere sempre paziente nel dialogare con diversi tipi di persone.” 

    “Anche se è solo per una settimana, gli studenti imparano molto sulle diverse funzioni del governo, soprattutto sulla politica e sul legiferare", dice Elevado. "Sono tantissimi i partecipanti del passato che sono stati eletti e ora occupano posizioni di governo.”   

    Uno di loro è il Vice Governatore Jonah Pimentel, che è stato eletto governatore durante 'la settimana dei ragazzi e delle ragazze' (Boys and Girls Week) nel 1984. Per lui, l'esperienza di unirsi ad altri per aiutare i reclusi nel carcere provinciale, ha fatto nascere l'interesse nel servizio pubblico.

    “Ora che sono dall'altra parte come mentore, faccio in modo che gli studenti apprendano bene le cose che ho imparato io quando ero al loro posto.” 

    La studentessa Tanzo pensa di diventare una di loro un giorno. — Courtney Meyer

    The participants plant trees

    Avete una storia del Kiwanis da condividere? Inviatela a: shareyourstory@kiwanis.org e la prenderemo in considerazione.

    Il tuo club Kiwanis appoggia dei programmi di leadership per i giovani? Raccontateci come nella sezione commenti qui di seguito.

  • A fianco dei senzatetto

    ago 02, 2013
    Stuff-a-bus

    Vi è mai capitato di notare qualcosa che vi ha ispirato un progetto di service? La consapevolezza dei bisogni della comunità ha suggerito tre progetti e creato una nicchia per il Club Kiwanis di Bozeman, nel Montana.

    Mentre svolgeva volontariato in una scuola, la Kiwaniana di Bozeman, Ambra Guth ha notato che molti ragazzi non erano vestiti in modo adeguato ai rigidi inverni di quella comunità. La sua osservazione si è poi rivelata fondata.

    "Il 20% della comunità di Bozeman e di quelle circostanti vive sotto la soglia di povertà," ci dice. "Questo significa che circa 20.000 delle 100.000 persone della Contea Gallatin non può permettersi tre pasti al giorno e di certo non può permettersi cose come cappotti nuovi, scarpe da ginnastica e costosi materiali scolastici ogni anno. Benché esistano molte organizzazioni impegnate per il miglioramento dei ragazzi, nessuna di esse ha la possibilità di assisterne 20.000 alla volta".

    Come risultato dell'osservazione casuale di Guth, tre anni fa è nato il Guardaroba del club Kiwanis, che ha fornito scarpe, vestiti, materiale scolastico ad oltre 4.000 persone, oltre che fare da punto di collegamento con altre organizzazioni. Questo progetto, che prima si chiamava 'Riempiamo un Bus' (Stuff-A-Bus) ad indicare come erano raccolte le donazioni, è stato rinominato 'Guardaroba Kiwanis' appena si è trovata una sede permanente.

    "Il mio appassionato interesse per questi ragazzi e le loro famiglie proviene dalla mia infanzia e dalle mie lotte come madre single," ci dice ancora Guth.

    Passione è molto più di una semplice parola riguardo all'impegno di Guth, che ha dimostrato un talento particolare nel mettere insieme i gruppi a beneficio dei bambini bisognosi. Come partecipante ad una associazione a favore dei senzatetto (Greater Gallatin Homeless Action Coalition), per esempio, ha messo insieme la Rete del Banco Alimentare del Montana, i funzionari della scuola e il coordinatore educativo dello Stato per i senzatetto, allo scopo di migliorare i servizi per gli studenti senza casa.

    "Ambra organizza anche corsi di rimodellamento di abiti, di biglietti promozionali, inviti a feste da ballo, pranzi e attrazioni per i ragazzi svantaggiati delle scuole superiori di Bozeman e Belgrade, i quali normalmente non possono partecipare ai programmi scolastici", aggiunge la Segretaria del Club Mary Brydich.

    Ambra Guth non è la sola socia che ha a cuore coloro che lottano per sbarcare il lunario. Altri soci hanno trovato modi alternativi di contribuire allo stesso obiettivo.

    "Al mio primo incontro Kiwanis c'era un oratore della Scuola Superiore Bozeman che ci ha parlato degli studenti senza casa e delle loro esigenze", racconta la socia Teresa Lerner. "Mi ha molto colpito quando ha parlato del numero di studenti senza fissa dimora nella nostra comunità e di come molti di loro soffrono la fame ogni giorno. Ai ragazzi non piace essere considerati diversi e molti di loro non riescono a rivolgersi al banco alimentare o ad altri organismi di sostegno".

    Avendo notato la quantità di cibo che rimaneva dopo il pranzo al buffet del club, la Lerner si è accordata con il locale per portarlo alla scuola alternativa dove un insegnante poteva distribuirlo. "L'insegnante dice ai ragazzi soltanto che il cibo è da parte del Kiwanis club e quindi non c'è stigmatizzazione", aggiunge.

    E quando il progetto della comunità 'Giocattoli per i più Piccoli' (Toys for Tots) è diventato troppo grande per il Corpo dei Marines e la Lega americana, i Kiwaniani si sono uniti ai Lions Club per offrire giocattoli e cestini alimentari durante le festività natalizie.

    "Nel 2012 abbiamo offerto regali a 1.491 bambini, aiutato 591 famiglie e distribuito 347 cesti alimentari in sei contee," dice con orgoglio Brydich, presidente del progetto.

    L'impegno del club verso i poveri e i senzatetto non si limita alla propria comunità. I soci si uniscono anche ad altri Kiwaniani del distretto del Montana per riempire zaini con articoli da toeletta e abbigliamento per bambini strappati dalle loro case a causa di una crisi, e dati in affido.

    "Sento che è la nostra vocazione di Kiwaniani ad ispirarci ad agire," dice semplicemente la Guth.  — Courtney Meyer

    Avete una storia del Kiwanis da condividere? Inviatela a: shareyourstory@kiwanis.org e la prenderemo in considerazione.

    Quali indagini nella vostra comunità hanno suggerito al vostro club Kiwanis su quali bisogni impegnarsi? Raccontatecelo nella sezione commenti qui di seguito.

blog comments powered by Disqus