Ultime notizie

  • Collaborazione e bilinguismo ai Caraibi

    giu 12, 2013
    The Castries Kiwanis Club with the winners and their teachers

    Una partnership informale tra due club Kiwanis ai Caraibi, uno anglofono e uno francofono, ha dato vita ad un rapporto operativo per celebrare l'impegno verso i bambini e il bilinguismo.

    “Nel febbraio 2009, mia figlia ha trascorso quattro mesi a Santa Lucia ", dice Inès Marinho, presidente del Club Kiwanis di Pointe à-Pitre, in Guadalupa,. "L'ho accompagnata per la prima settimana e ho cercato subito un club Kiwanis nella zona.”

    La ricerca di un "club gemello" l'ha condotta al Club Kiwanis di Castries. All'inizio la collaborazione fra i due club è stata semplicemente un mezzo per scambiarsi regali e discutere di progetti futuri.

    L'anno seguente, la Marinho concepì un progetto che avrebbe celebrato sia il rapporto tra i due club sia la missione dell'organizzazione di servire i bambini. Propose che i club ospitassero un concorso sulla letteratura francese per gli scolari di Saint Lucia che studiano il Francese. Furono invitati a partecipare studenti di otto scuole di età comprese tra i 10 e i 15 anni (les collégiens).

    Con l'obiettivo di illustrare i benefici dell'apprendimento assiduo di una lingua, la Marinho dice: "Ho proposto che i due vincitori partecipassero a una settimana di escursioni culturali in Guadalupa.”

    La realizzazione del progetto ha richiesto un impegno costante e tanto entusiasmo a dispetto delle circostanze avverse. Una parte di Santa Lucia è stata infatti devastata da uragani e inondazioni, distogliendo l'attenzione dei Kiwaniani del club di Castries, ed entrambi i club hanno dovuto affrontare una pletora di complicate pratiche burocratiche, questioni finanziarie e logistiche.

    Alla fine la loro determinazione ha pagato. Quando infine il concorso ebbe inizio, come parte della celebre Settimana Francofona di livello mondiale, i partecipanti delle sei scuole furono suddivisi in due gruppi di tre e interrogati dall'Alliance Française (un'organizzazione internazionale volta a promuovere la lingua e la cultura francese) su argomenti di cultura francese che comprendono la musica, la geografia, la grammatica e gli usi idiomatici. Le due scuole vincitrici si sono confrontate alla presenza dell'ambasciatore francese a Santa Lucia in una gara finale piena di entusiasmo che ha visto il St. Mary College vincere di cinque punti sulla scuola concorrente.

    I due studenti vincitori, la loro insegnante di francese e un membro del comitato per i servizi ai giovani del club Kiwanis di Castries hanno viaggiato in tutta l'isola di Guadalupa per una settimana, gentile concessione del Kiwanis Club di Pointe-à-Pitre. I visitatori hanno esplorato le immagini e i suoni dei diversi Cantoni (Stati), tra cui una zona industriale, un parco nazionale, un acquario, alcune spiagge, centri commerciali, biblioteche e musei. Entrambi gli studenti riceveranno in omaggio sei mesi di corso gratuito presso l'Alliance Française.

    Nonostante le tante difficoltà, i club restano concentrati sui risultati con la speranza di raccogliere i frutti dei progressi nell'apprendimento.

    “I club Kiwanis sperano di renderlo un evento annuale ampliandolo fino a comprendere tutte le scuole secondarie di Santa Lucia", dice Peter Alexander, presidente e responsabile delle pubbliche relazioni e marketing del Kiwanis Club di Castries.  –Courtney Meyer

    Avete una storia del Kiwanis da condividere? Inviatela a: shareyourstory@kiwanis.org e la prenderemo in considerazione.

    Il vostro club Kiwanis collabora con un altro club? Raccontateci la vostra esperienza nella sezione commenti qui di seguito.

  • Festa di compleanno per i bimbi

    giu 05, 2013
    Bob's 60th Birthday Bash band

    Il progetto Eliminate si occupa di proteggere i neonati dal tetano e aiutarli a raggiungere un altro compleanno. Per accrescere la consapevolezza sull'importanza di questo compito, il kiwaniano Bob Marshall del Club Kiwanis di Norfolk, nel Nebraska, ha deciso di utilizzare due cose a portata di mano: il suo 60° compleanno e l'amore per la musica.

    Avendo fatto parte di diversi gruppi musicali nel corso della sua vita, repertorio musicale di Bob comprende svariati strumenti. "Ho fatto musica per la maggior parte della mia vita, a partire dalle lezioni di pianoforte, il sassofono a scuola, poi da solo ho imparato a suonare la batteria, la chitarra e il basso ".

    È stato naturale trasformare la sua festa di compleanno in una jam session con tutti i vecchi compagni del rock che è riuscito a trovare. Poi, con l'andar del tempo, Marshall si è reso conto che l'evento sarebbe stato molto più significativo se poteva beneficiarne una buona causa. Come farmacista e Walter Zeller Fellow , egli è convinto che è possibile eliminare il tetano materno e neonatale con le vaccinazioni.

    “Dopo aver visto com'è orribile morire di tetano e come è semplice impedirlo, è stato abbastanza naturale partecipare al progetto Eliminate. Non riesco a pensare a niente di meglio per cui spendere i miei soldi! ".

    Quando il progetto Eliminate fu presentato alla comunità, il suo club aderi con grande entusiasmo e diventatò club donatore da 100.000 dollari. I Kiwaniani hanno donato circa 50 articoli per un'asta silenziosa, da un'antica sedia da ufficio del Nebraska a progetti di lavorazione del legno e torte fatte in casa. Il socio del Club Randy Dee, manager del Centro Eventi Times Square, ha generosamente donato non solo la sede della festa, ma anche un dollaro del profitto su ogni bevanda acquistata nel corso della serata.

    “Ora vogliamo ospitare questo evento ogni anno, o anche più spesso!", ci dice.

    Pubblicizzato con volantini, interviste radio e articoli di giornale, l'evento ha richiamato circa 200 partecipanti desiderosi di ballare, di partecpare e sostenere una causa meritevole. Anche se l'ingresso era gratuito, l'asta e le donazioni hanno fruttato circa 5.000 dollari.

    “A me e a mia moglie Heidi piace molto ballare, e in quanto Kiwaniani attivi siamo entrambi consapevoli dell'importanza del progetto Eliminate, quindi la serata è stata una grande vittoria," ci confessa Steve McNally, socio del Club e Vice Governatore del Distretto Nebraska-Iowa.

    L'evento è stato un tale successo che il club ha già in programma di ospitarne un altro. Tutti si augurano che Marshall possa festeggiare il suo compleanno più spesso. –Courtney Meyer

    Avete una storia del Kiwanis da condividere? Invitela a: shareyourstory@kiwanis.org e la prenderemo in considerazione.

    Il vostro club Kiwanis ha ospitato un evento per sostenere il progetto Eliminate? Raccontateci cosa avete fatto, nella sezione commenti qui di seguito.

  • Buon cinquantesimo anniversario, Kiwanis Europa

    giu 01, 2013


    Lo scorso marzo, circa 660 Kiwaniani e ospiti si sono riuniti a Vienna, Austria, per festeggiare il cinquantesimo anniversario del club Kiwanis di questa città, il primo club Kiwanis in Europa. 

    Provenienti da 16 diversi Paesi del mondo, Kiwaniani e ospiti sono giunti nella capitale austriaca per visitare la città,  fare nuove conoscenze e incontrare vecchi amici,  ballare,  gustare ottimi piatti della gastronomia locale, scoprire una cultura straordinaria 

    e fare un brindisi in onore del Kiwanis in Europa.

    "Sono estremamente lieto del fatto che il nostro club si sia dedicato con grande impegno alla preparazione di questo evento per oltre un anno e mezzo discutendo ogni singolo dettaglio e trovando le soluzioni più appropriate", ha dichiarato Hans-Georg Mondel, Presidente del club Kiwanis di Vienna, aggiungendo: "Sono molto soddisfatto di aver avuto la possibilità di organizzare questo straordinario evento nella
    sala del Rathaus (municipio di Vienna). Decisamente soddisfatto".

    50 anni fa il club Kiwanis di Cleveland, Ohio, ha sponsorizzato il club di Vienna e oggi i suoi soci sono estremamente orgogliosi di aver svolto un ruolo così importante nella creazione del Kiwanis in Europa".

    (Kiwanis International) Il Presidente eletto Gunter Gasser e la First Lady Christiana hanno esteso un invito personale al nostro club per la partecipazione all'evento, e noi abbiamo apprezzato molto questo gesto", ha affermato Bill Spring, Presidente del club Kiwanis di Cleveland.

    "Mi sono sentito motivato a esortare i nostri soci a partecipare. Diversi soci del nostro club erano presenti oggi all'evento. Abbiamo ricevuto un'accoglienza straordinaria, non solo dalla leadership del Kiwanis, ma anche dagli abitanti di Vienna. È una città splendida e il soggiorno è stata un'esperienza decisamente fantastica".

    Durante il weekend di festeggiamenti sono stati organizzati una cerimonia di benvenuto in una tipica enoteca viennese, diverse escursioni nella città, uno spettacolo con i Piccoli cantori viennesi, la possibilità di ammirare gli splendidi cavalli lipizziani e una cena di gala. 

    Nel 1963 Richard Werstler era Vice presidente del club Kiwanis di Cleveland Heights, Ohio, quando trascorse un soggiorno in Europa per il suo dottorato esattamente nello stesso periodo in cui il club di Vienna stava per essere creato. Essendo un Kiwaniano del Cleveland, sapeva che il club Kiwanis della sua zona stava sponsorizzando un nuovo club a Vienna. Decise così di partecipare all'organizzazione dell'evento.

    Oggi, all'età di 86 anni, sostiene di essere "estremamente emozionato" di avere la possibilità di tornare a Vienna per festeggiare il cinquantesimo anniversario del club della città.

    "Ritengo straordinario che il Kiwanis abbia ampliato il proprio raggio di azione e molti Paesi hanno ribadito l'importanza di essere qui oggi", ha affermato. "L'evento odierno è estremamente significativo nell'ambito dell'affascinante storia del Kiwanis". 
  • Un Turbo a 4 Zampe per Luke

    mag 29, 2013

    Luke and Turbo

    Turbo si diverte a passare il tempo con il suo migliore amico sull'autobus, in spiaggia e a casa. Ma Turbo non è un cane comune.

    Turbo è stato appositamente addestrato per rispondere ai bisogni particolari di un bambino e di una famiglia. Il suo compito è Luke, 13 anni, bambino autistico, con ritardo nello sviluppo, soffre di epilessia e non parla. La famiglia si interessò per ottenere un cane dopo avere saputo del possibile effetto positivo che un amico morbido e peloso avrebbe potuto avere sul loro figlio.

    “All'inizio del 2008 siamo andati a trovare un amico che aveva preso un cane dall'Associazione '4 Zampe'. Siamo rimasti stupiti nel vedere che poco dopo il suo arrivo, Luke aveva iniziato a interagire con il cane facendogli tante coccole, una reazione che non avevamo mai visto prima, "riflette Maria Burr, la madre del ragazzo. '4 Paws for Ability' (4 zampe per aiutare) è una organizzazione senza scopo di lucro che si dedica a trovare animali di servizio per bambini con diverse disabilità.

    “Abbiamo contattato l'associazione 4 Zampe in America e saputo che l'unico modo per ottenere un cane per Luke era con una raccolta fondi", spiega la signora Burr.

    Per fortuna la comunità è venuta in aiuto.

    “In quel periodo i giornali parlavano tanto di autismo e visto che la missione dei club Kiwanis è di sostenere i bambini, aiutare Luke ci è sembrata una causa ideale", dice Diane Hodgson, segretaria del Club Kiwanis di Morrinsville, in Nuova Zelanda.

    Con i fondi della Lotteria di Pasqua del nostro club insieme ai club Lions, Rotary, al centro fitness e altre organizzazioni locali abbiamo aiutato la famiglia ad ottenere un cane in due anni.

    Addestrato negli Stati Uniti prima di fare l'ultimo viaggio in Nuova Zelanda per ricevere ulteriori istruzioni, Turbo si è dimostrato presto un'ottima risorsa per la sua nuova famiglia. Segue Luke quando si allontana da casa, lo accompagna a scuola sul bus e lo protegge quando vuole arrampicarsi sulle recinzioni o andare nell'acqua troppo profounda del mare.

    “Turbo è un ottimo compagno per Luke ed è molto amato da tutta la famiglia", dice la signora Burr. –Courtney Meyer

    Avete una storia Kiwanis da condividere? Inviatela a: shareyourstory@kiwanis.org perché sia presa in considerazione per la stampa.

    La vostra comunità si è mai unita per aiutare una famiglia? Raccontateci come è andata nella sezione 'commenti' qui di seguito.

  • Insieme per nutrire chi ha fame

    mag 22, 2013

    Manhattan Kiwanians with some collected food

    La fame è spesso una tragedia invisibile in una comunità. Ma negli ultimi 15 anni il Club Kiwanis di Manhattan, nel Kansas, ha avuto un rapporto molto visibile con una rete di centri alimentari che distribuisce cibo a migliaia di famiglie.

    Carroll Hackbart è volontario al banco alimentare Breadbasket (il cesto del pane) di Flint Hills da quando il club ha adottato il progetto. "Non mi piace vedere che del cibo ancora buono venga buttato nei rifiuti, soprattutto quando ci sono tante persone che ne hanno bisogno," dice.

    La missione del Breadbasket è di " Ridurre fame e povertà con la distribuzione di cibo e promuovere progetti che aiutino ad alleviare fame e povertà." Per contribuire a questo obiettivo, ogni giovedi alle 8 del mattino, i volontari vanno a ritirare prodotti alimentari indesiderati dai bar, dai mercati ortofrutticoli, dai negozi di alimentari e dai ristoranti. Muniti di furgone e tante scatole di cartone, raccolgono le donazioni dalle imprese, poi tornano al Breadbasket a sistemare i prodotti raccolti. Anche molte chiese, scuole e organizzazioni conducono campagne di raccolta cibo e fondi per il Breadbasket di Flint Hills, e insieme contribuiscono a servire il 24,7 per cento dei cittadini di Riley County che vivono sulla soglia di povertà o al di sotto.

    “Per me la missione più importante per il nostro club Kiwanis è di  fornire aiuto pratico alle organizzazioni della comunità, come il banco alimentare di Flint Hills, e contribuire alla loro capacità di servire i bambini e le famiglie che hanno bisogno di assistenza e di cibo sano", dice la segretaria del club, Elaine Haun. "E come valore aggiunto, io imparo a conoscere meglio i miei compagni soci del Kiwanis mentre svolgiamo insieme il nostro volontariato".

    Ma questo non è l'unico modo con il quale il club Kiwanis combatte la fame a Manhattan. Ogni mercoledì i soci distribuiscono pasti al centro per anziani di Riley County e anche a domicilio, nutrendo così le persone che non sono in grado di cucinare per se stesse. –Courtney Meyer

    Avete una storia Kiwanis da condividere? Inviatela all'indirizzo: shareyourstory@kiwanis.org fperché sia presa in considerazione per la stampa.

    Il vostro club Kiwanis è impegnato in progetti per sconfiggere la fame? Raccontateci come realizzate questi progetti nella sezione 'commenti' qui di seguito.

blog comments powered by Disqus